Guidare in USA con la patente italiana.



Spesso gli italiani arrivati da poco chiedono se possono guidare negli USA con la loro patente italiana. Le risposte sono spesso le più variegate: "hai bisogno della patente internazionale", oppure "si ma solo per i primi 3 mesi" o "si ma solo per i primi 6 mesi."

In realtà, come sempre negli USA, non c'è una regola univoca, ma le regole dipendono da stato a stato. Le regole noltre variano a seconda che si sia residenti dello stato o semplicemente in visita o con visto temporaneo.

Per i NON residenti Per chi non è residente nella circoscrizione consolare di Houston (Texas, Louisiana, Arkansas e Oklahoma) è possibile guidare con la patente internazionale che deve seguire la Convenzione di Ginevra 1949 e che è valida per un anno. La Convenzione di Ginevra è l’accordo riconosciuto dagli USA, ma anche dal Canada e dal Messico. È importante avere sempre con sè il passaporto italiano.

Per i Residenti I cittadini italiani, nel momento in cui dovessero acquistare la residenza negli USA, dovranno attenersi alle leggi dello Stato di riferimento.


In questo file trovate un elenco di tutte le regole da stato a stato per la guida con la patente italiana: guida_negli_usa.pdf (esteri.it)

 

Qui di seguito si riportano anche le regole generali riprese dal sito del Consolato di Philadelphia (https://consfiladelfia.esteri.it/consolato_filadelfia/it/i_servizi/per_i_cittadini/patenti/guidare-negli-usa.html):

Residenti

I cittadini italiani, nel momento in cui dovessero acquistare la residenza negli USA, dovranno attenersi alle leggi dello Stato di riferimento.

TEMPORANEI (Turismo o Dimora Temporanea)

I cittadini italiani che si recano negli Stati Uniti per turismo o dimora temporanea possono utilizzare la patente di guida rilasciata in Italia (in corso di validità) per un periodo non superiore a 12 mesi, ai sensi dell’Articolo 24 della “Convention on Road Traffic” del 19 settembre 1949, a Ginevra (visti gli annessi VIII, IX e X).


Si precisa tuttavia che, trattandosi di uno Stato Federale, molti degli Stati che compongono l’Unione esercitano una certa discrezionalità nell’applicazione della Convenzione. Pertanto, al fine di evitare eventuali, spiacevoli, inconvenienti ai turisti italiani (che potrebbero trovarsi ad attraversare diversi Stati) si consiglia di munirsi, prima della partenza, anche della patente internazionale (secondo il modello previsto della Convenzione).


Inoltre, gli Stati dell’Unione adottano in modo difforme il dettato della Convenzione per quanto riguarda il termine dei 12 mesi che in alcuni di essi e’ ridotto a 90 o a 60 giorni, come meglio specificato nell’allegato sottostante, che riporta i documenti riconosciuti validi per la guida nei singoli Stati degli USA.


DISCLAIMER: I contenuti presentati in questo sito web sono creati e aggiornati dai volontari del Comites con la massima accuratezza possibile. Tuttavia, non ci si assume alcuna responsabilità per la correttezza, l'aggiornamento e la completezza dei contenuti messi a disposizione. Con la presente il Comites declina esplicitamente qualsiasi responsabilità per perdite o danni diretti, indiretti e consequenziali subiti dagli utenti in relazione a questo sito web o all’uso delle informazioni riportate. Rimandi e link a siti web di terzi non rientrano nella responsabilità del Comites.