SPID: Cos’è, a cosa serve e come richiederlo.

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) è la chiave di accesso semplice, veloce e sicura ai servizi digitali delle amministrazioni locali e centrali.


Cos’è e a cosa serve

Lo Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) serve per accedere ai servizi della pubblica amministrazione ed a quelli privati che aderiscono.

È possibile utilizzare, ad esempio, per il rilascio dei certificati online, accedere ai portale dell’INPS o delle Poste.


Come si richiede

Per essere abilitati ad i servizi online della pubblica amministrazione, e privati che aderiscono, è necessario richiedere SPID ad uno dei gestori: puoi trovare la lista qui


Se si è residenti all’estero ed iscritti all’AIRE, occorre selezionare un gestore contraddistinto dai simboli:

per Paesi Europei o

per Paesi extra UE.


Per poter seguire la procedura di abilitazione occorre avere:

  • Un documento italiano in corso di validità (carta di identità, patente, passaporto);

  • La tua e-mail

  • Il tuo numero di cellulare.

  • Uno dei seguenti documenti che presentino il codice fiscale: Tessera Sanitaria o Tesserino Verde del Codice Fiscale dell'Agenzia delle Entrate (NON quello bianco e verde del Ministero), Certificato di attribuzione del Codice Fiscale rilasciato dal consolato italiano all’estero. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate è possibile reperire le informazioni per la richiesta del codice fiscale.

Seguendo la procedura di verifica via webcam si verificheranno i dati con operatore messo a disposizione dal gestore di identità prescelto o con un self-audio-video.


Al termine della procedura si avrà a disposizione la propria identità digitale (SPID) con cui poter accedere ai vari portali che ne aderiscono (oltre a quelli della pubblica amministrazione).